L'Albergatrice

Il richiamo della storia

"Sono arrivata! Il nuovo Zum Riesen (al Gigante) è il compito della mia vita; lo sapevo da sempre, in un certo senso.
Adesso mi accingo a compiere il grande passo.

La vita in un albergo è sempre stata per me, per le mie tre sorelle e per mio fratello, qualcosa di normale. Prima era mia zia Mali a gestire la casa, poi la mamma Emmy. La nostra casa è sempre stata caratterizzata da una forte presenza femminile.
Era chiaro che qualcuno della nostra generazione dovesse continuare la gestione. Ora il testimone passa a me.

Tutto ciò non sarebbe mai stato possibile senza mia sorella Sylvia, che in qualità di eccellente architetta, ha grande esperienza nella ristrutturazione di case sotto tutela delle Belle Arti.

Il Zum Riesen racconta molte storie a chi sa ascoltare e osservare attentamente.
Nel corso del restauro, abbiamo portato alla luce molte cose, altre ne scopriremo, e insieme ai nostri ospiti potremo scrivere altre pagine di questa storia.

La mia visione del  Riesen: vedo la casa come un “rifugio storico” per persone che cercano una meta per l’anima, lo spirito e il corpo."

Siamo lieti di ricevere la sua richiesta