Regione Culturale Val Venosta

„Il segreto meglio custodito del Sudtirolo“

Sarebbe la Val Venosta, si dice. UNO dei segreti… anche se non è sempre stato così: castelli e castellieri, chiese e cappelle insieme alla raccolta architettura medievale di località come Glorenza, raccontano di un’epoca in cui le strade della Val Venosta erano percorse da commercianti e pellegrini.

La Val Venosta è una regione montana baciata dal sole con cime imponenti, boschi fitti, silenziose valli laterali e un ampio suolo vallivo. Un tempo, era il granaio del Sudtirolo. Molto tempo fa… perché oggi domina la frutticoltura: mele ma anche pere deliziose, oltre alle famose albicocche della Val Venosta… e altro ancora.

Il paesaggio è scritto negli occhi delle persone che vivono qui. In ambito enologico si dice „terroir“: la terra, quello che essa produce, il tempo che fa, quanti giorni e ore di sole l’anno. La stirpe venostana è molto particolare: legata alla terra, legata al suolo natio, con idee proprie, originali… e la necessaria caparbietà per realizzarle. Qui le tradizioni vivono, vengono trasportate attivamente nel tempo presente. Molti piccoli esercizi artigianali ne sono la testimonianza: a Glorenza si distilla whisky, a Prato allo Stelvio si tosta caffè, in molti luoghi si produce speck, formaggio, pane, il tutto secondo antiche tecniche artigianali.

La Val Venosta accoglie i suoi ospiti con cortesia, ma determinazione: quello che a casa era importante, l’ospite lo dimentica facilmente grazie alla nostra natura ricca d’energia, e gli permette di ritrovare la pace, di camminare sereno con la mente libera. Il Sudtirolo coniuga la vita alpina con quella mediterranea che qui convivono in una simbiosi che dà origine a qualcosa di completamente nuovo. In Val Venosta c’è ancora un terzo elemento: lo spirito retoromano, il vento che spira dalla Svizzera, conferisce alle persone e alla lingua un ulteriore carattere molto particolare. Dicono che quando qui apriamo bocca, i suoni emessi somigliano al soffiare di un gatto raffreddato. Ascoltate. Felici di incontrarvi!

La migliore fonte di informazioni per la Val Venosta in Internet: www.vinschgau.net

Libro suggerito

Merano – Val Venosta – Escursioni in ferrovia, pullmann e funivia – Gottlieb Hempel – Edizione Folio (in lingua italiana)

Siamo lieti di ricevere la sua richiesta